Illustrazione realizzata da Valentina Fontana

Giu 2, 2020 | 0 commenti

In mezzo a tutto il rumore del mondo

Dopo la confusione, c’è stata la paura. Dopo la paura, la rabbia. Poi la rassegnazione. Infine il silenzio. Nessun rumore molesto, nessun pensiero insistente. Una distesa infinita di tempo, uno spazio vuoto. Una me sospesa.

Ma se fosse questo il tempo per chi non ha mai tempo?  Lo spazio per chi non ha mai spazio? 

Se proprio nel bel mezzo di questo silenzio, potessimo ascoltare quella voce dentro, finalmente con tutto il suo volume? Se proprio nel bel mezzo di questo vuoto, potessimo visitare la casa che abbiamo dentro?

Se fosse questa la “fase” giusta per ripartire?

Be’, se fosse così, magari alla fine ci sarà ancora un po’ di spazio – ancora un po’ di tempo – per questo silenzio profondo, in mezzo a tutto il rumore del mondo.

Racconto di Elena

Ultimi articoli

Leggi con noi

Micrologo

Tutte le mattine mi siedo al mio tavolo di lavoro, lo studio si trova all’ultimo piano e dalle alte finestre, oltre al cielo e alla chioma degli alberi, si vede un elegante edificio arricchito da un bugnato liscio che confina con un’anonima facciata cieca. 

leggi tutto

Il colore del vento

Tutte le mattine mi siedo al mio tavolo di lavoro, lo studio si trova all’ultimo piano e dalle alte finestre, oltre al cielo e alla chioma degli alberi, si vede un elegante edificio arricchito da un bugnato liscio che confina con un’anonima facciata cieca. 

leggi tutto

Seguici

Aiutaci a spargere la voce... Aiutaci a condividere quest'idea...
Aiutaci ad accendere altre finestre.

News

Iscriviti alla nostra newsletter

Ti terremo aggiornato su racconti e novità non perdertela !

Pin It on Pinterest

Share This