Illustrazione realizzata da F.U.M.O.

Giu 16, 2020 | 0 commenti

Nuove dimensioni

Veramente in un giorno si possono fare così tante cose? Prima un giorno era fatto di un viaggio in treno, poi il lavoro, poi di nuovo il treno, ed era già notte.
E’ una nuova dimensione questa.
Viaggiare intorno al mondo con un libro e poi tornare sulla terra, e realizzare che sei un corpo fatto di muscoli nel tuo soggiorno trasformato in palestra. Da quanto tempo non sentivo quell’amico? Parlarsi per ore e promettersi un incontro che forse non avverrà. Gioire ogni mattina delle piantine spuntate in quei vasi prima vuoti. Riuscirà il mio orto sul balcone?
Ora il karaoke stonato del vicino è diventato l’appuntamento fisso di ogni fine settimana.
E poi scoprire che quella chiave così strana non è un errore: apre la porta del terrazzo condominiale! Che spettacolo, si vede tutta la città! A piccole dosi però: il ragazzo del quinto piano dopo pranzo ci va a fare jogging e le signore del terzo ci vanno a chiacchierare verso l’una. E allora aspetto il mio turno e salgo su a scaldarmi al sole con vista sui campanili della città. Eccola Arezzo, com’è bella, ora immobile, certo non ci sei nata, ma ora, dopo anni, beh, forse ora…ora è Casa.

Racconto Anonimo

Ultimi articoli

Leggi con noi

Micrologo

Tutte le mattine mi siedo al mio tavolo di lavoro, lo studio si trova all’ultimo piano e dalle alte finestre, oltre al cielo e alla chioma degli alberi, si vede un elegante edificio arricchito da un bugnato liscio che confina con un’anonima facciata cieca. 

leggi tutto

Il colore del vento

Tutte le mattine mi siedo al mio tavolo di lavoro, lo studio si trova all’ultimo piano e dalle alte finestre, oltre al cielo e alla chioma degli alberi, si vede un elegante edificio arricchito da un bugnato liscio che confina con un’anonima facciata cieca. 

leggi tutto

Seguici

Aiutaci a spargere la voce... Aiutaci a condividere quest'idea...
Aiutaci ad accendere altre finestre.

News

Iscriviti alla nostra newsletter

Ti terremo aggiornato su racconti e novità non perdertela !

Pin It on Pinterest

Share This