Illustrazione realizzata da Anna Balducci

Mag 19, 2020 | 0 commenti

Stelle in città

Siamo polvere di stelle, siamo il risultato accidentale ed evolutivo di un’esplosione avvenuta miliardi di anni fa. Anche se ce lo scordiamo.
Ho aperto la finestra qualche notte fa. Prima, era un gesto che facevo solo a volte.
La quarantena si avvia verso i cinquanta giorni.
Che saranno mai cinquanta giorni nei confronti di quell’universo che ci ha accolti?
Ho aperto la finestra, dicevo, e ho visto le stelle, in città. Ho visto le stelle in città. Con l’aria che mi rinfrescava la faccia, ho respirato tutti gli atomi di ossigeno che c’erano, ho ripreso fiato.
Per un attimo sono tornata sulle stelle da cui proveniamo.

Ultimi articoli

Leggi con noi

Micrologo

Tutte le mattine mi siedo al mio tavolo di lavoro, lo studio si trova all’ultimo piano e dalle alte finestre, oltre al cielo e alla chioma degli alberi, si vede un elegante edificio arricchito da un bugnato liscio che confina con un’anonima facciata cieca. 

leggi tutto

Il colore del vento

Tutte le mattine mi siedo al mio tavolo di lavoro, lo studio si trova all’ultimo piano e dalle alte finestre, oltre al cielo e alla chioma degli alberi, si vede un elegante edificio arricchito da un bugnato liscio che confina con un’anonima facciata cieca. 

leggi tutto

Seguici

Aiutaci a spargere la voce... Aiutaci a condividere quest'idea...
Aiutaci ad accendere altre finestre.

News

Iscriviti alla nostra newsletter

Ti terremo aggiornato su racconti e novità non perdertela !

Pin It on Pinterest

Share This